Boia Brewing Company

Boia Brewing Company

BOIA più che un birrificio è un concept. Un concept che nasce a 4 mani tra la provincia di Varese e la Val d’Ossola nella primavera del 2020.

Perché Boia? Nasce come imprecazione per eccellenza di quel 2020 assurdo, e per noi, che siamo nati in quest’anno nefasto, quale miglior termine per descriverne la sua memoria incancellabile?
Successivamente e in corso d’opera abbiamo deciso però di collegare BOIA alla figura professionale incaricata dell’esecuzione delle pene di morte e delle torture cercandola di reinterpretare con etichette che avessero un nesso “ilare” con le birre che produciamo e che raccontassero sempre questi strumenti e la loro leggenda. La filosofia produttiva è fortemente legata ai canoni nord europei: hazy, easy & juice. Hazy, nebulose velature, Easy, beva incredibile e Juice, succhi di frutta d’orzo. Il pay off è semplice e diretto, “We don’t accept responsabilities for our beers” a voi la scelta!

Ghigliottina

DDH Kveik IPA 7,2%

La nostra birra Ghigliottina è una profumatissima sorpresa: il dolce aroma di cocco, ananas e mango  che incanterà il vostro naso al primo respiro e un gusto rotondo e secco al punto giusto sedurranno la vostra bocca. Una bionda da perderci la testa. Da assaporare lentamente, stuzzicando la nostra dadolata di patate nostrane Dhop cotte al forno.

Vergine di Norimberga

Keller Pils 4,8%

Una birra chiara, semplice, profumata. La Vergine di Norimberga è la nostra Keller Pils da 5%, una delle birre più beverine che troverete nel nostro birrificio e per noi anche la più amata, una birra da bere a secchiate. Ad ogni sorso passerete attraverso il gusto intenso dei cereali, alternato al profumo intenso di crosta di pane, fino ad arrivare alle note erbacee, che rilascia il dryhop eseguito con il luppolo Rottenburger. La schiuma pannosa sarà un intenso bacio sulle vostre labbra. Venite a farvi torturare da questa buonissima bionda!

Gavage

DDH Session IPA 4,3%

La Gavage è la nostra session ipa, con doppio dry hopping di luppoli americani Citra e Falconer’s flight, prodotta con lievito Verdant, dagli importanti sentori agrumati di arancia, pompelmo e limone fino a qualche timido accenno floreale e tropicale. Corpo esile e di bassa gradazione alcolica, l’abbiamo voluta e creata cosi: un’inno al bere, reinterpretato in questa maniera dai ragazzi in birrificio.

Maschera di Ferro

East Coast Doub. IPA 8,5%

L’ottava meraviglia del mondo! Eh si, non può che essere considerata così la birra Maschera di Ferro, la nuova chiara luppolata ad alta gradazione del birrificio Boia Brewing Company. Leggermente velata e carica di profumi grazie all’abbondante dryhop, l’ultima arrivata vi sorprenderà grazie alle fragranze dolci e beverine della frutta tropicale, subito percepibili al naso e in bocca. Una Double IPA in salsa East Coast, dalla gradazione alcolica decisa ma perfettamente bilanciata. Perfetta da abbinare a uno dei nostri burger o, perchè no, a 300 gr di Entrecote di Angus irlandese alla griglia con patate Dhop!

Waterboarding

New England IPA 5,9%

Decisa e allo stesso tempo delicata, la birra in stile Neipa Waterboarding viene prodotta con luppoli europei e dosi abbondanti di cereali, che le conferiscono un gusto vellutato e morbido. I sentori sono freschi e fruttati, al naso emergono note di frutta tropicale come mango e ananas. Il fiunale è fruttato ma pur sempre bilanciato con le note più amare del luppolo.

Culla di Giuda

American IPA 6,2%

Una via di mezzo tra vecchia scuola e ricerca: ecco la versione americana della Ipa Culla di Giuda. Lievemente ambrata con una schiuma a grana media rispecchiano i canoni classici della Old School. New Wave è invece nella luppolatura: Nelson Sauvin, Azacca e Amarillo. Note di frutta a pasta bianca e una punta agrumata si sposano bene con l’attacco dolce e il finale decisamente amaro. Non sarà una tortura finirla in pochi minuti.

SUPPLIZIO DELLA RUOTA

Tripel 8%

Originale interpretazione dello stile Tripel la Ruota del supplizio, birra dal colore dorato e dai profumi speziati e fruttati. Inizia con una dolce carezza al primo sorso, per poi accendersi e correre verso un leggero amaro, sempre non invadente. Secca e rinfrscante, ha una beva facile. Le note di coriandolo e di bucce di limone mascherano bene la gradazione alcolica importante (8%) che ti farà letteralmente “girare” la testa.

Torna su